Ordine Architetti Siena
news ed eventi

news ed eventi


ACCORDO TRA L’ORDINE DEGLI ARCHITETTI E IL COMUNE DI SIENA PER LA RIAPERTURA DEL BASTIONE DELLA MADONNA DELLA FORTEZZA MEDICEA SABATO 29 OTTOBRE L’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “LE FORTEZZE MILITARI DEGLI ANTONELLI: XVI E XVII SECOLO”

ACCORDO TRA L’ORDINE DEGLI ARCHITETTI E IL COMUNE DI SIENA PER LA RIAPERTURA DEL BASTIONE DELLA MADONNA DELLA FORTEZZA MEDICEA

SABATO 29 OTTOBRE L’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “LE FORTEZZE MILITARI DEGLI ANTONELLI: XVI E XVII SECOLO”

Durante il seminario che precederà l’inaugurazione si parlerà anche delle contaminazioni che il capostipite degli Antonelli, Juan Bautista, ebbe con Siena

Il Bastione della Madonna della Fortezza medicea di Siena verrà riaperto grazie ad un accordo tra il Comune di Siena e l’Ordine degli Architetti PPC senese che sta allestendo proprio in quegli spazi una mostra che sarà inaugurata sabato 29 ottobre (ore 12:30). Questa mattina si è tenuta in Comune la conferenza stampa di presentazione del progetto a cui hanno preso parte il vicesindaco Fulvio Mancuso, l’assessore alla Cultura Francesca Vannozzi, il presidente dell’Ordine degli Architetti di Siena Elisabetta Corsi, il consigliere dell’Ordine degli Architetti di Siena Marina Gennari e il professor Michele Paradiso dell’Università di Firenze. In tutti gli interventi è stata sottolineata l’importanza di questa iniziativa che permetterà ai cittadini di riappropriarsi di uno spazio chiuso da tempo. Il Bastione della Madonna, infatti, era già stato ristrutturato ma necessitava di alcuni lavori di manutenzione per la riapertura al pubblico. Ecco che l’Ordine ha deciso di farsi carico degli ultimi lavori di ripristino, organizzando all’interno l’esposizione “Le fortezze militari degli Antonelli: XVI-XVII secolo”. L’inaugurazione della mostra, sabato mattina, sarà preceduta da un interessante convegno al Bastione San Filippo della fortezza medicea (ore 9). “Questa convenzione che abbiamo stipulato con il Comune – spiega Elisabetta Corsi - ci permette di ospitare la mostra in un luogo sconosciuto a tanti senesi. L’esposizione, ad ingresso gratuito, si aprirà con un seminario che vedrà vari relatori parlare delle fortezze della dinastia degli Antonelli e quindi delle contaminazioni tra la tradizione tecnologica dell’architettura militare rinascimentale toscana e l’architettura militare del nuovo mondo”. Il convegno di sabato mattina e la mostra si concentreranno sulla più prestigiosa dinastia di ingegneri militari dei secoli XVI e XVII, gli Antonelli, originari di Gatteo, che al soldo dei re di Spagna disseminarono di bellissime costruzioni militari il centro e il sud America, ma anche la Spagna, il Marocco e le frontiere orientali dell’impero spagnolo, portandosi dietro la traduzione costruttiva delle fortezze medicee. In particolare si parlerà delle contaminazioni che il capostipite degli Antonelli, Juan Bautista, ebbe intorno alla metà del XVI secolo con Siena, essendo uno degli ingegneri militari impegnati, per conto di Cosimo I, nella guerra tra Firenze e Siena. L’esposizione è promossa dall’Ordine degli Architetti senese, in collaborazione con il Comune di Siena, la Fondazione Amigos del Castillo de Montjuich di Barcellona e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze. Guarda le videointerviste al presidente Corsi e al vicesindaco di Siena Mancuso: https://www.youtube.com/watch?v=dWOcCkXVUy4

Pubblicato il 26/10/2016